Un ausilio importante per il disbrigo delle pratiche burocratiche e per la consulenza fiscale

Centro servizi che aiuta chi aiuta

È nato da pochi mesi e si sta facendo strada come ausilio per tutte quelle associazioni che fanno volontariato. E il Centro servizi che, nella nostra provincia, fa capo a Maria Cristina Cambiaggio. E che, in occasione di ‘Volontariato in piazza’ promuove lodevoli iniziative.

Il Centro servizi è frutto di un’iniziativa del Comitato di gestione regionale che nell’ottobre del 1997 volle rivedere i Centri precedentemente esistenti (Vsp per Torino e Biella e l’Univol che si occupava in particolare di Asti e Alessandria), proponendo un bando per nove centri servizi diffusi in tutto il Piemonte: due a Torino e uno per ciascuna delle altre provincie. Così nel febbraio del 2002 è nata l’Associazione centro servizi volontariato per la Provincia di Alessandria. Che, al momento, comprende 70 associazioni, che salgono a 84 se si tengono conto delle 14 conferenze legate alla San Vincenzo. Il Centro ha vinto il bando di concorso ed è entrato in attività il 1° gennaio 2003, avendo come punto di riferimento il nuovo Comitato di gestione regionale, composto da 15 membri, 9 espressi dalle Fondazioni bancarie, uno dalla Regione (l’assessore ai Servizi sociali, Mariangela Cotto), uno dagli enti locali e quattro dalle associazioni di volontariato (Forum del volontariato, Croce verde, Associazione italiana sclerosi multipla e ‘La solidarietà’). «Stiamo crescendo a poco a poco, un po’ in ritardo rispetto alle previsioni per colpa della burocrazia - spiega la Cambiaggio - ma sappiamo di poter essere uno strumento importante per chi fa volontariato».

Caratteristica del Centro servizi è quella di non poter erogare finanziamenti alle organizzazioni di volontariato, ma di aiutare le associazioni nel disbrigo delle pratiche, sia dal punto di vista giuridico che fiscale, ma anche come consulenza alla progettazione e come indirizzo del metodo di lavoro. Inoltre, il Centro si occupa di formazione e comunicazione sociale.

«I problemi delle associazioni sono sempre molti: noi cerchiamo di dare un aiuto a dipanare alcune matasse- aggiunge la presidente - Il disbrigo delle pratiche fiscali è sempre un ‘incombenza, così come lo è il dover presentare tutta la documentazione per accedere ai finanziamenti. Il Centro servizi serve proprio a questo. Sappiamo che il desiderio dell’assessore Cotto è proprio far sì che, attraverso noi, le organizzazioni trovino un supporto».

Il Centro servizi è anche impegnato in ‘Volontariato in piazza’ del prossimo weekend. Tra le iniziative promosse, il convegno sul servizio civile volontario di sabato 24 e il trenino della solidarietà che partirà alle 9.50 da Novi, raggiungerà Casale, tornerà ad Alessandria alle 11.30 e si recherà a Moncalieri.

«Inoltre abbiamo approntato alcuni gazebo - conclude la Cambiaggio - presso i quali ciascuna associazione potrà depositare il proprio materiale informativo». Utile a farsi conoscere.

M.B.

 


Mission - Directory - Agenda - News - Links - Ermes - Mappa del sito - Home

Risoluzione consigliata 800 X 600 pixel

Browser: Internet Explorer 5.5+ , Netscape 6.0 +

Powered by STRA.COM


‘Aiutare è un dovere’

Pagella: ‘Tutti insieme per dare le risposte’

Etabeta, la solidarietà cresce nell’orto

Quelli del sorriso

Centro servizi che aiuta chi aiuta

La sfida del futuro: abbattere le barriere (architettoniche e no)

Da Alessandria una petizione per la sicurezza sulle strade

Un’opportunità e una sfida per tutti

Banco alimentare, per ‘condividere’

Ad Acqui c’è l’associazione ‘Aiutiamoci a vivere’