Solo due in regione (l’altro è a Torino). Serve tutta la provincia. Presidente è una acquese

Banco alimentare, per ‘condividere’

Potrebbe diventare un mezzo per assicurare il sostentamento a molti di più degli oltre undicimila cittadini della provincia di Alessandria e dell’Oltrepò pavese attualmente assistiti.

Si tratta del Banco alimentare per la provincia di Alessandria onlus, che è diventato operativo un mese or sono e che è presieduta da una acquese, Maria Paola Scarsi. In Piemonte è il secondo, l’altro ha sede a Torino.

Al motto di ‘Condividere i bisogni per condividere il senso della vita’, il Banco alimentare per la provincia di Alessandria assiste attualmente circa ottanta associazioni di volontariato, attraverso le quali il Banco alimentare alessandrino distribuisce settimanalmente derrate alimentari che altrimenti andrebbero distrutte perché quasi in scadenza

La Fondazione banco alimentare Onlus opera in Italia dal 1989 con lo scopo statutario di contribuire alla soluzione del problema della fame conseguente a fattori legati all’emarginazione ed alla povertà, anche mediante la raccolta di eccedenze agricole e di derrate alimentari non più commercializzate, curando allo stesso tempo la loro ridistribuzione ad enti ed associazioni no-profit che si occupano in maniera continuativa e coordinata di assistenza e di aiuto ai poveri, agli emarginati ed alle persone in situazione di palese difficoltà.

Nella provincia di Alessandria l’esperienza del Banco alimentare è iniziata ufficialmente il 17 novembre 1998 con l’apertura del magazzino nei locali della ex caserma ‘Giorgi’ di Novi Ligure, questo grazie all’iniziativa di don Giuseppe Bruniera e di alcuni volonterosi collaboratori.

A presiedere il Banco alimentare, con pieni poteri, è stata chiamata una giovane e valente radiologa alessandrina, la dottoressa Maria Paola Scarsi, dell’equipe della divisione di radiologia dell’azienda ospedaliera Santi Antonio e Biagio - Cesare Arrigo, la nuova presidente del Banco Alimentare per la provincia di Alessandria, ente onlus.

Nei giorni scorsi,il vice sindaco ed assessore comunale ai servizi sociali, Elena Gotta, ha ricevuto una delegazione del neonato Banco alimentare per la provincia di Alessandria, l’ente onlus che assiste ben undicimila persone indigenti della provincia alessandrina e dell’Oltrepo’ pavese attraverso una ottantina di enti ed associazioni convenzionati. La delegazione era guidata dal presidente del Banco alimentare provinciale, Maria Paola Scarsi, e dal delegato di zona Paolo Ravazzano, facente parte del consiglio direttivo. L’assessore Gotta ed il caposervizio Dede Pronzato hanno fatto visitare agli ospiti la sede dell’assessorato ed hanno convenuto sulla necessità di intensificare i rapporti con una realtà di grande interesse sociale tanto che prossimamente ci saranno nuovi summit per definire i termini di future sinergie collaborative.

 

Massimo Garbanino

 

 


Mission - Directory - Agenda - News - Links - Ermes - Mappa del sito - Home

Risoluzione consigliata 800 X 600 pixel

Browser: Internet Explorer 5.5+ , Netscape 6.0 +

Powered by STRA.COM


‘Aiutare è un dovere’

Pagella: ‘Tutti insieme per dare le risposte’

Etabeta, la solidarietà cresce nell’orto

Quelli del sorriso

Centro servizi che aiuta chi aiuta

La sfida del futuro: abbattere le barriere (architettoniche e no)

Da Alessandria una petizione per la sicurezza sulle strade

Un’opportunità e una sfida per tutti

Banco alimentare, per ‘condividere’

Ad Acqui c’è l’associazione ‘Aiutiamoci a vivere’