Rio de Janeiro, troppi bambini come Paolinho

È cominciato tuffo qualche anno fa con un’adozione a distanza che è servita a poco.

Le vicende della vita, hanno portato Paolinho (che è il protagonista della vicenda ed ha 13 anni) a vivere in mezzo alla strada insieme a tanti altri bambini che dividono con lui storie identiche e riconducibili ad un insanabile disagio famigliare e una estrema povertà.

Quel tipo di povertà che non ti concede “un attimo di respiro”, che rende l’esistenza precaria in ogni suo aspetto e soprattutto ti costringe a fare cose impensabili, come cercare qualcosa da mangiare tra i rifiuti delle discariche.

Paolinho ha perso in poco tempo entrambi i genitori ed è rimasto a vivere con il patrigno, il quale, delinquente e ubriacone, un giorno dello scorso anno lo h maltrattato provocandogli profonde ferite con arma da taglio e riducendolo quasi in fin di vita. È ovvio che dopo quanto accaduto, il ragazzo non è più tornato a casa ed è andato a vivere per strada.

A febbraio di quest’anno sono andato in Brasile a Rio de Janeiro e insieme all’assistente sociale che lo aveva conosciuto e seguito, sono riuscito a trovano. Siamo stati fortunati perché Rio è grande e di bambini per strada ce ne sono tanti.

Purtroppo sono veramente tanti i bambini di strada a Rio de Janeiro e una persona di fronte a tuffo questo non può restare indifferente, girarsi dall’altra parte e fare finta che tutto sia normale. In quei momenti trascorsi per le vie di quella grande città ho deciso che in futuro avrei dedicato parte della mia vita per aiutare il maggior numero possibile di bambini in difficoltà.

 


Mission - Directory - Agenda - News - Links - Ermes - Mappa del sito - Home

Risoluzione consigliata 800 X 600 pixel

Browser: Internet Explorer 5.5+ , Netscape 6.0 +

Powered by STRA.COM


Fiori e volontariato, giusto binomio

‘Sogno laici e religiosi uniti, tutti insieme, per il sociale’

I ragazzi impegnati in un bel progetto

Rio de Janeiro, troppi bambini come Paolinho

‘Diamo servizi a chi i servizi li offre’

Il Rotaract contro lo spreco e la fame

Aido, una presenza significativa e una storia fatta di progressi

Aism un’attività intensa e utile

Le ‘Tante tinte’ per un’integrazione

Buxter, appuntamento a Valdapozzo

Un centro per i disabili